Introduzione – 序文

Giappone in Ticino nasce da un'idea di  Nicola Casamassima, che, dopo aver fondato insieme a due altri soci, Giappone in Italia, in seguito alla conoscenza di Francesca Perucchi, cittadina svizzera che vive a Lugano e che diventerà sua moglie, si trasferisce nel Canton Ticino.

Dopo aver patrocinato, tramite un’altra associazione da lui organizzata, il Mu Mun Kwan, e organizzato una serie di eventi e mostre a Milano con l’Associazione culturale Giappone in Italia, Nicola Casamassima viene contattato nel 2012, dal direttore del Museo delle Culture di Lugano, per organizzare una serie di eventi collaterali da affiancare all’evento “Nippon”, organizzato dalla Città di Lugano , evento straordinario che ha proposto il meglio della cultura Giapponese . Attraverso varie performance di artisti di varie discipline dalle più antiche alle più attuali e all’avanguardia, Giappone in Ticino ha organizzato eventi tra cui la vestizione del kimono, dimostrazioni e mostra di ikebana, cerimonia del tè, kendo iaido ko ryu e Zen, danza Buto, dimostrazioni e mostra di bonsai, origami, calligrafia, ecc.

Giappone in Ticino si prefigge di diffondere e promuovere la cultura Giapponese a tutto campo, sul territorio Svizzero ed in particolare in Ticino, sia attraverso la pubblicità di eventi riguardanti la cultura Giapponese sul suo sito, sia attraverso la promozione e l’organizzazione di eventi, work shop, corsi e mostre.

二人の仲間とGiappone in Italiaを創立した後、スイス人でルガーノに住むフランチェスカ・ペルッキとの結婚を期にTicino州に移住することになったニコラ・カーザマッシマの発案でGiappone in Ticino が生まれました。

ニコラ・カーザマッシマの運営する別の会、Mu Mun Kwanの資金援助で、文化団体Giappone in Italia はミラノで一連のイベントや展示会を企画しましたが、その後、2012年にルガーノの文化博物館の館長よりルガーノ市が企画していた”Nippon”という日本文化の特別イベントの際にそれに並行した文化活動の企画を依頼されました。

最も古典的なものから非常に現代的、前衛的な活動をしている様々なアーティストにより、Giappone in Ticinoは着物の着付け、生け花のデモンストレーション及び展示会、茶の湯、剣道、居合道古流、禅、舞踏、 盆栽のデモンストレーション及び展示会、折り紙、書道などを企画、実施しました。

Giappone in Ticinoは、当サイト上での日本文化関係のイベントのお知らせを通して、またイベント、ワークショップ、講座や展示会の企画を通して、スイス、特にTicinoにおいて様々な分野における日本文化を広め、促進していくつもりです。

Soci fondatori   立者

Nicola Casamassima

Nicola Casamassima


Nicola Casamassima, dopo anni di pratica di Kendo e Iaido, sente l'esigenza di approfondire ulteriormente lo studio della cultura Giapponese.
Egli inizia la sua pratica di Kendo col M° Kim Taek Joon, 8°dan Hanshi, nel 1985 e, dopo qualche anno, conosce ed inizia la sua pratica di Ken e Zen sotto la guida del M° Hirano Yoshiaki, 8° dan di Kendo e 7° dan di Iaido.

Nel 2006 diventa responsabile del Dojo Mu Mun Kwan Milano, Hombu Dojo e fonda, dapprima il Mu Mun Kwan Lario ed in seguito il Mu Mun Kwan Ticino.
Attualmente è 5°dan di Kendo e 5°dan di Iaido, arbitro e commissario d’esame di Kendo e Iaido.

Egli ha fatto parte della Nazionale Italiana di Kendo e di Iaido conseguendo diversi titoli nazionali ed internazionali.

È socio fondatore di Giappone in Italia e Giappone in Ticino di cui oggi è Vice Presidente.

ニコラ・カーザマッシマ。長年にわたり剣道と居合道に従事し、日本文化をさらに学び知る必要性を感じています。

1985年、8段範士Kim Taek Joonのもとで剣道を始め、数年後に剣道8段、居合道7段のHirano Yoshiaki師範に剣と禅の指導を受けました。2006年ミラノのMu Mun Kwan本部道場の責任者となり、その後Mu Mun Kwan Lario を、さらに Mu Mun Kwan Ticinoを設立しました。

現在剣道5段、居合道5段、剣道と居合道の試験審査員でもあります。

剣道と居合道のイタリア選手団に加わり、国内外のタイトルを獲得しました。

Giappone in Italia、及び現在副会長を務めているGiappone in Ticinoの創立者の一人です。

Francesca Perucchi

Francesca Perucchi


Francesca Perucchi incontra Nicola Casamassima nel maggio 2004 e scopre così l’arte giapponese del Kendo e dello Iaido, intesa come Via.
Successivamente incontrerà il Maestro Hirano Yoshiaki e, attraverso il suo insegnamento, si avvicinerà allo Zen e alla cultura giapponese.

Nell’ottobre 2005 apre con altri tre soci tra cui Nicola Casamassima, il Dojo Rasen a Milano (www.rasenbudozen.com) .
Alla sua fondazione entra nel comitato direttivo di Giappone in Italia, associazione culturale con lo scopo di diffondere e far conoscere la cultura giapponese in Italia.
Il 21 giugno 2010 insieme a Nicola Casamassima e Marcello Corno fonda l’associazione culturale Giappone in Ticino

A partire dal mese di settembre 2010, e per la durata di sei mesi la Città di Lugano organizza” Nippon” un evento incredibile che ha presentato il meglio della cultura giapponese.
Affiancati agli eventi ufficiali verranno organizzati da Giappone in Ticino 14 “Eventi collaterali” che diverranno noti come i sabati a “Il Ciani”.

Il 1° settembre 2012 costituisce, con Nicola Casamassima, il Mu Mun Kwan Ticino (www.mumunkwan.org) con lo scopo di proporre anche in Ticino la pratica del Kendo e dello Iaido.

Attualmente è:

フランチェスカ・ペルッキ。2004年5月ニコラ・カーザマッシマと出会い,道としての剣道、居合道に触れました。

後にHirano Yoshiaki師範の教えにより禅と日本文化に近づきました。

2005年にニコラ・カーザマッシマ他2名の仲間とミラノにRasen道場を開設。 (www.rasenbudozen.com)

日本文化をイタリアに広める目的で創られたGiappone in Italiaの創立に際しては理事の一員となりました。

2010年6月、ニコラ・カーザマッシマとマルチェロ・コルノらと共にGiappone in Ticinoを創立。

2010年10月より6ヶ月間にわたりルガーノ市が日本文化を紹介したイベント” Nippon”が実施されたときに、その公式イベントに協力してGiappone in Ticinoは“Il Ciani”での土曜イベントとして知られることになる14種の "並行イベント″を実施しました。

2012年9月、ニコラ・カーザマッシマと共にTicino州に剣道と居合道を広める目的でMu Mun Kwan Ticino 道場を設立。 (www.mumunkwan.org)

現在、Giappone in Ticinoの会長。

居合道2段、ZNKR剣道1段でMu Mun Kwan Ticino道場の運営副理事。

Marcello Corno

Marcello Corno


Webdesigner dal 1997, pratica Kendo e Iaido dal 2001, dapprima sotto la guida di Giancarlo Smurra e in seguito di Nicola Casamassima.

Si è occupato della creazione sito dell’Associazione Giappone in Italia e ha lavorato alla creazione del sito dell'Associazione Giappone in Ticino

マルチェロ・コルノ。1997年よりウェブデザイナーとして活躍しています。2001年よりジャンカルロ・スムーラのもとで、その後、ニコラ・カーザマッシマのもとで剣道と居合道をしています。 Giappone in Italia及び Giappone in Ticinoの各サイトを企画デザインしました。

Tra gli altri soci

Mauro Graf


Nato e cresciuto in Ticino, inizia a studiare ikebana nel 1986 presso la filiale milanese della Scuola di Ikebana Ohara di Tokyo dove insegna dal 1992.

Si interessa alla storia e sviluppo di quest'arte tradizionale giapponese con conferenze, dando preferenza alla sua storia e all'influsso che le varie religioni e filosofie hanno avuto sulle sue regole compositive.

È membro dell'EOTA (associazione degli insegnanti della scuola Ohara in Europa), nei cui seminari biennali in Grecia, Olanda e Belgio ha fatto varie conferenze, e ha seguito vari workshop in Francia e a Tokyo, da maestri della Scuola Ohara.

Ha dato delle dimostrazioni e fatto conferenze e seminari sull'ikebana a Lugano, Milano, Genova, Savona, Sanremo,Brescia, Roma e Mompeo, Bologna.

Attualmente ha il grado di -Associato Primo Master- e dal 2011 è presidente del Chapter Ohara di Milano, continuando anche ad insegnare e dare conferenze.

Tomoko Hoashi


Io sono nata nella regione del Kyushu a Oita, in Giappone. Sono cresciuta nella prefettura di Fukuoka, nel Kyushu. Non ricordo bene la prima volta che ho indossato un kimono, ma pare sia stato per andare per la prima volta al tempio scintoista. Generalmente a un mese dalla nascita, il parentado e i genitori portano i bambini appena nati alla Jinja, il tempio, per ringraziare gli dei della salute dei bambini e per pregare per la fortuna futura. La volta successiva indossai il kimono tre anni. Anche questa èuna tradizione giapponese, si va al tempio per pregare nuovamente gli dei, è una tradizione chiamata "Shichigosan" che significa letteralmente "sette-cinque-tre". Le Bambine festeggiano a tre anni e a sette anni, i bambini a cinque. Io ho indossato il kimono e sono stata portata al tempio dai miei genitori a tre e sette anni.

Ricordo ancora che in quel momento ho provato orgoglio e la felicità di indossare un così bel kimono, ma anche un po' di imbarazzo.

A vent'anni in Giappone si festeggia il "Seijinshiki" che sarebbe il passaggio alla maggiore età ancora una volta i miei genitori mi fecero indossare il Furisode e andammo al tempio. Quel giorno fu un giorno felice, io ero contenta di mettere il Furisode, e i miei genitori erano felici di vedere la loro figlia cresciuta.

In questo modo, il kimono e la crescita dei bambini in Giappone sono legati da un legame indissolubile.

Anche io, quando è nata mia figlia, ho ricevuto da mia madre il kimono per la nipote, quel kimono èstato indossato per la cerimonia del mese dopo la nascita e per il "Shichigosan" di mia figlia.

Così viene tramandato dalla nonna alla madre, dalla madre alla figlia.

Quando ho compiuto venti anni, ho iniziato a seguire la cerimonia del tè ho imparato la vestizione dietro consiglio della maestra, e ho iniziato a mettere il kimono almeno una volta al mese per andare a lezione di tè. Penso che qui nascano le radici del mio amore per la vestizione.

Anticamente la nonna insegnava a indossare il kimono alla madre, e la madre alla figlia, insegnavano anche come piegarlo e conservarlo.

Oggigiorno purtroppo le persone in grado di vestirsi da sole e farlo indossare sono diminuite.

È anche vero che la vita mondana attuale si dissocia un po' dalla realtàdel kimono. Tuttora peròquando si deve andare al tempio, o per le cerimonie del "Shichigosan" il kimono viene ancora indossato in occasioni importanti come :matrimonio , cerimonia del te.ecc...

Così adesso, qui in Italia, facendo le dimostrazioni della vestizione, posso presentarvi la cultura del mio Giappone, posso scegliere che kimono indossare, e sebbene siano passati sessant'anni, posso ancora emozionarmi e provare la sensazione di felicità orgoglio e imbarazzo che ho provato a tre e sette anni.

Tomoko Hoashi

Nato e cresciuto in Ticino, inizia a studiare ikebana nel 1986 presso la filiale milanese della Scuola di Ikebana Ohara di Tokyo dove insegna dal 1992.

Si interessa alla storia e sviluppo di quest'arte tradizionale giapponese con conferenze, dando preferenza alla sua storia e all'influsso che le varie religioni e filosofie hanno avuto sulle sue regole compositive.

È membro dell'EOTA (associazione degli insegnanti della scuola Ohara in Europa), nei cui seminari biennali in Grecia, Olanda e Belgio ha fatto varie conferenze, e ha seguito vari workshop in Francia e a Tokyo, da maestri della Scuola Ohara.

Ha dato delle dimostrazioni e fatto conferenze e seminari sull'ikebana a Lugano, Milano, Genova, Savona, Sanremo,Brescia, Roma e Mompeo, Bologna.

Attualmente ha il grado di -Associato Primo Master- e dal 2011 è presidente del Chapter Ohara di Milano, continuando anche ad insegnare e dare conferenze.

私は日本の九州、大分で生まれました。育ちは福岡北九州市です。
私が初めて着物を着たのは、私は記憶にはありませんが、お宮参りの時だそうです。
生まれて一か月目くらいの時に、神社に両親と父方の祖母とが、生まれた子供を連れて、
無事に生まれたことへの感謝と、げんきにそだつようにおねがいする儀式です。
次に着物を作ってもらったのは、3歳の時です。
これまた、子供の無事な成長を祈って、お宮にお参りする七五三という儀式があります。
女の子は三歳と七歳、男の子は五歳と七歳でお祝いします。
私は三歳と、七歳で着物を着て、両親にお宮に連れて行ってもらいました。
その時に初めて、きれいな着物を着る喜びと誇りみたいなものと、気恥ずかしい気持ちを覚えたのを今でも覚えております。
二〇歳の日本の成人式の時、これまた両親が、用意してくれた、お振袖を着てお宮にお参りしました。
振袖を着た時の私の喜び、そして、両親にとっても娘がこれまで成長したという喜びの日でした。
このように、日本では、子供の成長と着物・・祝い事と着物、とは切っても切れない関係にあります。
私も娘が生まれた時に、私の母から孫への着物をプレゼントされ、その着物を一か月のお宮参り、娘の七五三のお祝いに着せました。そして、娘が二〇歳になった時は今度は私が娘にお振袖を用意して、お祝いしました。こうして、祖母から母へ、母から娘へと受け継がれていきます。

二〇歳になったころ、お茶の稽古を始め、先生のお勧めで着物の着付けを習い、毎月一回は着物を着てお稽古をするようになり、これが私の着付けのルーツになったような気がします。
昔は祖母が、母へ、母が娘へと着物を自分で着れるように、そしてたためるように教えたのです。
残念ながら、今、現在、着物を自分で着れる、着せてあげられる人は少なくなりました。
現代の生活と着物が離れていったのも本当です。
でも、いまだにお宮参り、七五三の儀式は行われています。

こうして今、このイタリアで、着付けのデモンストレーションをすることで、日本の着物という文化をご紹介することができ、また、自分自身が着物を選び、着物を着るときは
六〇年近くたった今でも三歳、七歳で感じた、喜びと、誇りと、気恥ずかしさを感じます。

Leo Menozzi

Leo Menozzi


Leo è un creativo e ha un approccio al progetto sempre entusiasta e pieno di energia. Il suo processo creativo è spesso intimo e profondo. E lo coinvolge completamente.

La pratica dello Iaido è fondamentale nella sua vita quotidiana da 15 anni. Gli incontri con i più grandi maestri e i frequenti viaggi in giappone hanno contribuito a creare un legame molto forte con la cultura, la bellezza, la storia di questo paese così misterioso, ricco e complesso.
Il suo amore per il gesto, finalizzato alla ricerca di se, si estende anche al gesto comunicativo in quanto portatore di bellezza, e unisce forma e contenuto in un legame molto stretto.

4° dan di IAIDO, è impegnato da anni nella raccolta, progettazione, rielaborazione grafica e diffusione degli approfondimenti e dei temi trattati nei seminari e stage internazionali.

Alessandra Prada

Alessandra Prada


Laureata in Lingue e Letterature Orientali a Ca' Foscari, Venezia, dopo un periodo di studi e lavoro in Giappone, torna in Italia dove dal 2006 insegna lingua italiana presso l'Università ed enti privati, e lingua giapponese in scuole private. Lavora anche come traduttrice freelance.

Iscritta al Mu Mun Kwan Milano, pratica kendo dal 2009 presso il Dojo Rasen e dal 2006 collabora con il maestro Tada 6゜ dan di kendo, accompagnandolo durante le sue visite in Italia.

ヴェネツィアCa' Foscari 大学卒業(東洋言語研究、日本語学科)。
二年間日本で働いて、2006年よりミラノの大学、高校、外国語スクールでイタリア語と日本語教師として働いています。通訳者か翻訳者にとしてもいろいろコラボレーションもあります。

2009年にミラノのRASEN道場で剣道を始め、2006年よりイタリアへの訪問中に剣道6段竜三多田先生に協力しています。

Rossella Marangoni

Rossella Marangoni


Milanese, studia la cultura giapponese da oltre trent’anni e da venti cerca di diffonderla con passione al pubblico più vasto.

Diplomata in Lingua e Cultura Giapponese presso l’Is.M.E.O. (Istituto Italiano per il Medio e l’Estremo Oriente, ora Is.I.A.O.), si è poi laureata in Lingua e Letteratura Giapponese presso l’Università di Torino con una tesi di carattere interdisciplinare sul Kanadehon Chūshingura (1748), un dramma kabuki che rievoca l’episodio storico conosciuto come “la vendetta dei 47 rōnin”.

Dal 2000 è membro dell’A.I.S.T.U.G.I.A, Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi, fondata da Fosco Maraini.

Ricercatrice indipendente, collabora con numerose istituzioni culturali tenendo corsi, seminari e conferenze. Ha numerose pubblicazioni all’attivo. È autrice, tra l’altro, di Tōkyō. La scrittura, la città, la notte (Edizioni Unicopli, Milano, 2007), di Zen, volume della collana Dizionari delle religioni, (Electa Mondadori, Milano, 2008) e di numerosi saggi comparsi su varie riviste.

Ha curato l’organizzazione culturale di alcuni festival dedicati al Giappone. È attualmente direttrice artistica del festival Japan SunDays per WOW Spazio Fumetto - Museo del Fumetto e dell’Illustrazione di Milano.

Suoi campi di ricerca sono l’esperienza del sacro in Giappone e la cultura e l’estetica del periodo Edo (1603-1858), l’ideologia di potere utilizzata dalla classe guerriera, la cultura popolare urbana e le arti, performative e applicate, prodotte dall’incontro fra cultura popolare e cultura guerriera in quell’epoca così cruciale per la storia del Giappone.

Appassionata di estetica del kimono, dal 2010 conduce con la maestra Tomoko Hoashi un progetto di diffusione della cultura del kimono attraverso vestizioni pubbliche, conferenze e corsi.

Ha fondato con Carmen Covito e Marilia Albanese la rivista on-line AsiaTeatro.it di cui cura la sezione giapponese ed è vicepresidente dell’omonima associazione culturale.

Il suo blog è “A Oriente di dove” www.rossellamarangoni.it